Casualmente nato a Modena il 9 luglio 1973
Vivo praticamente da sempre in Romagna, a Forlì
Sono sposato dal 2005 con Sara, ma la cosa era partita molto tempo prima
2 figli: Alfredo (2007) e Maria (2010)
Una grande passione per il cinema e le serie tv

Frequento stadi e palasport dall’età di circa 13 anni
Avevo già da mò cominciato a leggere il giornale, steso sul tappeto di casa
Poco meno che maggiorenne ho allora cominciato a scrivere
L’azzardo fu della Gazzetta di Forlì
Ci scrissi sopra 2 anni, prima che fallisse, credo non per colpa mia
Poi una decina d’anni al Carlino (Romagna Sport, Forlì, Quotidiano Nazionale)
Conseguendo la Tessera dell’Ordine dei Giornalisti Pubblicisti
(Sul Carlino Forlì, sottoforma di “Cliente Misterioso”
Facevo le recensioni ai ristoranti coi pallini ben prima di TripAdvisor)

Nel 2003 fondo (e dirigo fino al 2015) forlibasket.it, sito locale e di successo sul basket romagnolo
“Punto G.ira” era il titolo della rubrica in cui mi divertivo a scrivere gli “editoriali”
Facendo forlibasket divento un mezzo smanettone autodidatta
E così, mentre forlibasket segue con linguaggio e modalità “non convenzionali” la pallacanestro locale
A margine di forlibasket “faccio cose, vedo gente”
Tipo raccogliermi da solo la pubblicità
Autoprodurre su Teleromagna un talk show settimanale, ovviamente sul basket
Pubblicare un (all’epoca inaudito) album di figurine sul basket locale (2005)
Pubblicare e distribuire un libro “Storie di Basket”, a firma Riccardo Romualdi (2006)
Nel 2011 giro e faccio uscire in DVD “Winforlife”, docu-film sulla promozione della JollyColombani Forlì di basket 1989/90
Nell’estate del 2015 avvio la mia collaborazione con la neonata Pallacanestro Forlì 2.015
Della cui comunicazione, dei cui social, del cui ufficio ticketing mi sono occupato fino a giugno 2017
Nell’estate/autunno del 2017 dò una mano, come consulente esterno, alla comunicazione per Virtus Pallacanestro Roma

A gennaio 2017 mi aveva preso la fregola di uno spazio sul web che si occupi di comunicazione sportiva
Questo sito e le sue propaggini sui social network, per dire
Incentrato sui miei video in effetti un po’ narcisi ed egoriferiti

Mi interessano i temi che toccano da vicino coloro che per 1°, 2° o 3° lavoro
Bazzicano nella comunicazione sportiva
Le cose che ci succedono, come le affrontiamo, come potremmo o dovremmo affrontarle
Le eccellenze in questo ambito
Le mie esperienze personali, che amo condividere e raccontare

(in questo caso anche le frequenti gite al ristorante, che racconto ‘a margine’ in GirAdvisor)

Già ultras del basket forlivese fino ai 22/23 anni
Tuttora ultras dell’Hellas Verona, quelle 5/6 volte all’anno “che non vuoi smettere mai”

Immodestamente parlando, mi fregio di aver visto lo sport da innumerevoli prospettive
Ricavandone un punto di vista completo ed originale
Ne consegue che il mio modo di comunicare (che discende dal mio modo di essere)
Che pure sta comprensibilmente sul cazzo ad una moltitudine di persone
Abbia un carattere di esportabile unicità

Forse lo chiamerò “Metodo PuntoGira”
E lo spiegherò a chi vorrà farselo spiegare

PS. Ah, dimenticavo. Non vivo con la comunicazione. E’ solo una passione
Di lavoro “sono nell’energia”